Tetti in Legno isolati e ventilati

Il legno, robusto e leggero allo stesso tempo, di facile lavorazione, oltre ad essere un materiale caldo, è quanto di meglio la natura possa offrire per la salubrità e il confort dell’uomo.
E’ una risorsa naturale, rinnovabile e riciclabile, particolarmente agevole per la realizzazione e/o la ristrutturazione dei tetti e coperture in legno.
La buona copertura dell’edificio è uno degli elementi importanti, oltre alle fondazioni, finestre e pareti perimetrali, che contribuisce a migliorare il comfort abitativo interno proteggendo dalle dispersioni termiche. In mancanza di un buon isolamento termico un quarto del calore della casa fuoriesce proprio dal tetto. Le dispersioni termiche attraverso il tetto nel periodo invernale devono essere contenute, così come deve essere ridotto il più possibile il flusso termico entrante nel periodo estivo, per poter limitare l’uso degli impianti di riscaldamento o di climatizzazione. La copertura della casa dovrebbe contribuire, per sua natura, a mantenere condizioni di comfort termo-igrometrico sia nel periodo invernale che estivo.

    Costruire su tetto Piano (piano casa)

    Approcci moderni alla costruzione di case e nuovi materiali per la creazione di tetti piani possono realizzare con successo progetti spettacolari.

    • Su un tetto piatto con condizionamento piatto è possibile creare una vita attiva: creare un casa con tutti i confort, possibilità di installare impianti per il risparmio energetico, creare un parco giochi, un giardino fiorito o un orto,   sistemi di raccolta dell’acqua,  persino mettere una piscina.
    • Nonostante il complesso dispositivo di ingegneria dell’edificio con un “tetto piatto”, è più facile effettuare la manutenzione, sistematicamente pulire lo scarico e monitorare lo stato dei camini, oltre alla ventilazione qui, che su una struttura con un tetto a falde tradizionale.

    Progettare una casa con un tetto piano non è molto diverso dalla creazione di un progetto per qualsiasi altro alloggio.
    Per cominciare, viene redatto un abbozzo generale dell’edificio e vengono determinati i materiali da cui verrà condotta la costruzione. La forma della struttura dipenderà dal calcolo dei carichi. Il materiale determina i risultati dei calcoli relativi al carico sulle fondamenta future.
    Al fine di costruire con successo una casa con un tetto piano, è anche necessario sviluppare un progetto di lavoro che lega la casa al sito e alcuni volumi di costruzione. Grazie a questo, è possibile calcolare a quale prezzo la costruzione di un edificio avrà un costo.
    Di grande importanza è l’elaborazione del progetto del tetto più piatto, in base alla tecnologia selezionata della sua costruzione.
    L’impermeabilizzazione non consente all’umidità di entrare nella casa dall’esterno. Per creare questo strato, vengono spesso usati polimeri liquidi, che creano un rivestimento trasparente affidabile che è ben protetto dall’acqua.

    Recuperare un Sottotetto 

    Superbonus 110% e recupero sottotetto

    Come nel nuovo interpello proposto a cui l’Agenzia delle Entrate ha reso la risposta n. 248/2021 in cui il contribuente intende utilizzare il bonus fiscale previsto dal D.L. n. 34/2020 (Decreto Rilancio) per ristrutturare un sottotetto con contestuale cambio di destinazione d’uso.

    Entrando nel dettaglio, la situazione di partenza rappresentata dall’istante è composta da un edificio di 5 unità immobiliari:

    • due di categoria C/2 (Magazzini e locali di deposito) di proprietà dell’istante;
    • un sottotetto riscaldato ma non abitabile sempre di proprietà dell’istante;
    • tre di categoria A/2 (Abitazioni di tipo civile) di altri due proprietari.

    Interventi da realizzare:

    • ristrutturazione del sottotetto, senza demolizione ma con un aumento di volumetria rispetto a quella preesistente (secondo quanto previsto dal regolamento urbanistico), con contestuale cambio di destinazione d’uso delle unità immobiliari accatastate in categoria C/2 in un’unica unità immobiliare abitativa di categoria catastale A/2 mediante demolizione pareti esistenti e ricostruzione di nuove pareti per ridistribuzione interna dei locali;
    • isolamento termico delle superfici esterne opache verticali e rifacimento del tetto (intervento trainante sulle parti comuni);
    • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti a pompa di calore per il riscaldamento e la fornitura di acqua calda sanitaria nonché di serramenti ed infissi dell’appartamento a piano terra;
    • demolizione pareti esistenti e ricostruzione di nuove pareti per ridistribuzione interna dei locali nonché sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti a pompa di calore per il riscaldamento, il raffrescamento e la fornitura di acqua calda sanitaria degli appartamenti a primo piano;
    • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento e la fornitura di acqua calda sanitaria, sostituzione di serramenti e di infissi dell’immobile dell’istante (che a seguito degli interventi sarà adibito ad abitazione) ed installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto “ad esclusivo servizio dell’appartamento al piano sottotetto” (di proprietà dell’Istante);
    • manutenzione straordinaria delle aree esterne comuni.

    L’istante evidenzia che, prima della realizzazione dei predetti lavori (ante intervento), le unità immobiliari di tipo residenziale rappresentano il 66% dell’intero edificio.

    Altri partners: